La Terra è la sua tela e il Cielo il suo pubblico. Vi presentiamo Andrew Rogers

Le opere dell’artista australiano Andrew Rogers sono opere monumentali che affondano le proprie radici nella storia dei luoghi dove sono state create, come nel caso del suo progetto Rhythms of Life: il più grande progetto di Land Art al mondo, composto da 48 geoglifi, che Rogers ha creato in 13 paesi su tutti i continenti. Il progetto, ha coinvolto circa 7.000 persone nell’arco di 14 anni.

La video intervista a Andrew Rogers

Il progetto di Land Art più grande al mondo: Rhythms of Life

Rhymts_of_Life_Andrew_Rogers

Infografica sull’opera di Land Art più grande al mondo: Rhythms of Life

Rogers ha iniziato il progetto nel Deserto di Arava in Israele nel 1998 e da allora ha creato opere su sette continenti: in Israele, Cile, Bolivia, Sri Lanka, Australia, Islanda, Cina, India, Turchia, Nepal, Slovacchia, Stati Uniti, Kenia e Antartide . In ogni sito, il progetto viene avviato con una celebrazione che si basa sulle abitudini locali, come la danza tradizionale e il canto in Cina o la condivisione del vino in Cile. Per creare i geoglifi , Rogers ei suoi team hanno sfidato gli elementi, tra cui la neve e il  ghiaccio in Islanda, il caldo di 110 gradi in un deserto israeliano e le altitudini di 14.000 piedi nelle Ande boliviane. Il progetto in Turchia è il più grande parco d’arte contemporanea del mondo. Esso comprende dodici strutture in pietra massiccia costruite a mano. Le linee di queste strutture misurano circa 4 miglia in lunghezza e sono costituite da oltre 10.500 tonnellate di pietra. Il parco si estende su una valle di montagna a una distanza di 1.5 miglia.

ADOE_A0489676-r-e.jpg

Geoglifo in Turchia

I GEOGLIFI

Il geoglifo è un disegno sul terreno (generalmente più ampio di sedici metri quadrati) che viene ottenuto sia tramite la disposizione di clasti, come rocce, frammenti di rocce, ghiaia o terreno. Quando i clasti vengono aggiunti si parla di geoglifo positivo, quando vengono rimossi si ha un geoglifo negativo. Il più famoso geoglifo negativo della storia è rappresentato dalle Linee di Nasca in Perù. 

LA LAND ART

Andrew Rogers ha quindi riportato alla contemporaneità un’antichissima e misteriosa arte all’interno del contesto artistico della Land Art.  La Land Art è una corrente artistica nata nel ‘68, negli Stati Uniti, caratterizzata dall’intervento dell’artista sul territorio naturale. E’ un’espressione artistica anche di protesta nei confronti della commercializzazione dell’arte, in quanto al di fuori del classico mercato e dai musei. Inoltre è considerata effimera, in quanto, soprattutto in alcuni casi come le opere realizzate sulla sabbia, è destinata a svanire in poco tempo. Tra i principali esponenti di questa corrente, oltre a Rogers, ricordiamo Christo, Michael Heizer e Dennis Oppenheim.

Meet the Artist: JAGO

Meet the Artist: Simone Fugazzotto

Meet the Artist: Paola Grizi

SaveSave

SaveSave

SaveSave

SaveSave

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2017 by Artemperature CHE-169.096.393