FRANCESCA PASQUALI: l’artista che trasforma la plastica in opere d’arte

Francesca pasquali

Burri, Fontana…e Pasquali! Ebbene sì, nonostante sia giovane (classe 1980) è già seguita dalla Galleria Tornabuoni, che annovera tra i suoi artisti alcuni grandissimi nomi del ‘900.

Ha un archivio a lei dedicato, perché come ci spiega “Come farò io a 70 anni a ricordarmi che in quella data occasione era stata esposta la tal opera?“, insomma Francesca Pasquali oltre ad essere un’artista di grandissimo talento è un nome nel panorama dell’arte contemporanea italiana e non solo. Proprio in questa momento,  e fino al 23 Settembre, è protagonista di una solo exhibition a Parigi, presso la galleria Tornabuoni Art Paris.

La plastica è al centro delle sue opere

Il mondo è della plastica, se ne getta tanta, e io tramite la mia arte, voglio lanciare un messaggio di attenzione nei confronti del mondo che ci circonda e invitare tutti  a ripensare agli oggetti di uso comune non più come oggetti usa e getta, ma come risorse da riutilizzare“.

Durante l’intervista ci ha raccontato di come negli anni abbia raccolto anche dalle discariche i materiali che ora sono in cerca della loro trasformazione ben visibili negli scaffali del suo nuovo studio a Bologna.

La ricerca delle forme archetipe

Francesca è un’artista che fa della cura del dettaglio uno dei suoi punti di forza, e questa particolare attenzione l’ha portata ad un’analisi quasi scientifica delle forme che naturalmente lei stessa sceglie per le sue opere. Così le circonferenze delle Strew ci riconducono agli occhi di una mosca visti al microscopio, come anche le pieghe sinuose delle Frappe ricordano l’epidermide di un coleottero, e i filamenti degli Spiderballs assomigliano ai cristalli di zeolite visti al microscopio!

La trasformazione di semplici palloncini in un’opera d’arte

This slideshow requires JavaScript.

La trasformazione delle cannucce

This slideshow requires JavaScript.

La trasformazione degli elastici

This slideshow requires JavaScript.

Altri artisti:

La Terra è la sua tela e il Cielo il suo pubblico. Vi presentiamo Andrew Rogers

E’ glamour, ha grinta da vendere e per intervistarlo ci siamo travestiti da scimmie. Vi presentiamo Simone Fugazzotto.

JAGO: l’artista che ha reso virale la scultura