[Hyperrealism] In occasione del World Art Day tre giovani artisti autodidatti ci dimostrano come il talento sia nulla senza il duro lavoro

Da Frida Kahlo a Jean-Michel Basquiat, la storia dell’arte è piena di esempi di grandi artisti che hanno raggiunto la notorietà e il successo pur non avendo alle spalle una formazione artistica.

E anche se Benjamin Franklin affermava  che ” Un genio senza educazione è come l’argento in miniera”, vi vogliamo raccontare tre storie di artisti accomunati da due cose: l’essere degli Iperrealisti ed essere autodidatti.

Arinze Stanley

Arinze è un giovane artista nigeriano autodidatta che, usando semplici matite e carboncino, realizza dei ritratti incredibilmente espressivi. Ogni ritratto, per essere ricco di dettagli e sembrare più vero della realtà, richiede dalle 200 alle 300 ore di lavoro.

58d95d6f1400008806071c80
Insomnia, Arinze Stanley

Mike Dargas

Mike, nasce a Colonia nel 1983 e come Arinze inizia sin da piccolo a seguire la sua passione e,  sempre da autodidatta, sperimenta varie tecniche. Predilige i colori ad olio su tela e le grandi dimensioni che gli permettono di raggiungere livelli di dettaglio incredibili. Lui è anche definito “il maestro dell’iperrealismo emotivo” perché i suoi soggetti trasmettono sentimenti drammatici e psicologicamente complessi.

Hyperrealistic_Oil_Paintings_by_Artist_Mike_Dargas_2014_02
The ecstasy of gold, Mike Dargas

Diego Fazio-aka DiegoKoi

DiegoKoi, classe 1989, di Lamezia Terme, grazie alla sua tenacia che lo ha portato a perfezionare sempre di più la sua tecnica e grazie ad internet, in breve tempo è riuscito ad emergere come uno dei maggiori rappresentanti a livello internazionale dell’iperrealismo contemporaneo. Diego utilizza matite colorate e graphite su carta.

Implosione-1
Implosione, DiegoKoi

 

 

Happy WAD.jpgQuesto articolo fa parte di un #ViaggioVirtuale realizzato in collaborazione con altri Blog  per festeggiare la Giornata Mondiale dell’Arte ed è patrocinato dall’Associazione Internazionale Arti Plastiche Italia. Siete pronti a Viaggiare? Ecco il tragitto, fatto di link, per scoprire tantissime altre storie d’arte e passione!

1.L’architettura è arte? Spesso si identifica la differenza tra l’architettura e l’arte come l’utilità contro la mancanza di essa.

L’utilità più alta dell’architettura è quella di muovere qualcosa nel nostro profondo. 

2. La Domenica Leonardiana: una straordinaria occasione di vivere e sperimentare l’arte sulle orme del genio di Leonardo da Vinci.

Un appuntamento imperdibile per imparare divertendosi a misura di famiglia e di bambino.

3. Quando l’arte si fonde con luci e colori: itinerario tra opere d’arte a cielo aperto

Itinerario tra le opere d’arte a cielo aperto più belle d’Italia: gli spettacoli e le manifestazioni che uniscono arte, luci e colori

4. Roma segreta: il giardino di Palazzo Venezia. 

Nel cuore di Roma, a pochi metri dal caos urbano, c’è un’oasi di pace: il giardino di Palazzo Venezia. Storia e architettura di questo cortile rinascimentale ed informazioni pratiche per visitarlo.

5. World Art Day oggi: il valore della ricerca artistica

Riflessione sul perché sia così importante nella società attuale festeggiare insieme l’arte (oppure sul delicato ruolo della ricerca artistica oggi)

6. [Forlí] Il cinema teatro Apollo dopo 100 anni va in pensione.

Nel cuore di Forlì c’è un posto un po’ nascosto, ma che tutti conoscono, che dal 31 marzo 2017 ha chiuso definitivamente i battenti. E’ il Cinema Teatro Apollo – capolavoro del Liberty – che dopo 103 anni va in pensione!

7. Le macchine di Leonardo in mostra

Nella Fortezza Firmafede di Sarzana dal 18 marzo al 1 maggio sono esposte le macchine di Leonardo. Le opere realizzate seguendo i suoi progetti celebrano il genio di questo artista.

8. Con le nuove tecnologie tutti possiamo promuovere l’arte 

A giorno di oggi, grazie al mondo digitale tutti possiamo diventare non solo fruitori, ma anche promotori dell’arte. Chi gestisce il patrimonio artistico e culturale è cosciente e sa utilizzare questo enorme potenziale della rete?

9. “Arteterapia: esplorare se stessi attraverso l’arte.”

L’Arte è il mezzo più diretto per comunicare, e leggere, i mondi interiori nascosti in ognuno. Liberarsi all’arte mette in connessione profonda con l’Io, tant’è che esistono dei percorsi che utilizzano i canali artistici per per potenziare l’individuo: si chiama arteterapia, e ve ne parlo proprio oggi che è il “World Art Day.”

10. La Tate Modern di Londra e le sue opere: impressioni di una neofita

L’effetto che si ha appena si entra nella Tate Modern di Londra è dirompente: o la sia ama o la si odia. Per comprendere le opere custodite al suo interno ci vuole un grande lavoro di riflessione, ma non pensate che sia un museo riservato solo agli esperti di arte moderna.

11. Mamma mi racconti l’arte 

E se mia figlia un giorno mi chiedesse di spiegarle cos’è l’arte? Ecco cosa direi…